Casa di spiritualità lanteriana: ritiri, preghiera, formazione
e informazione cattolica degli Oblati di Maria Vergine


Cerca un Sito Cattolico


Liturgia del giorno

Lourdes 2022, tema pastorale:

“Vada a dire ai sacerdoti che si costruisca qui una cappella e che ci si venga in processione.”






Il Venerabile Pio Bruno Lanteri





Uscito l'undicesimo volume:

IL CRISTIANESIMO AL TEMPO DI SANT'AGOSTINO

Disponibile sul sito dell'Editore

Disponibile su Amazon

Disponibile su IBS

Il Quarto e il Quinto Secolo visti dal ven. Lanteri
Dopo quasi tre secoli di persecuzioni, il Cristianesimo fu dichiarato religione ufficiale dell’Impero; per combattere l’eresia si impose la confessione di fede. E così siamo arrivati ad oggi. La strada consigliata dal ven. Pio Bruno Lanteri (1759-1830) invece è quella dei santi: Elena, Pacomio, Ilario, Eusebio, Efrem, Paciano, Martino, Ambrogio, Giovanni Crisostomo, Massimo, Patrizio, Leone Magno, Prospero e soprattutto Agostino, che ha faticato per conoscere Dio e se stesso, apprendendo anche dai sogni.
Un giorno sant’Agostino si vide in sogno passeggiare lungo il mare e incontrare un bambino che con una conchiglia prendeva l’acqua e la versava in una piccola buca nella sabbia. Alla domanda su cosa stesse facendo, il bambino rispose: «Voglio travasare il mare in questa mia buca». Il santo gli fece notare che era una cosa impossibile. Il bambino, fattosi serio, replicò: «Impossibile è per te scandagliare con la piccolezza della tua mente i Misteri di Dio». «Vuoi forse dirmi che Dio non vuole essere capito?». «Cosa voglio dirti lo capirai da ciò che ora faccio» rispose il bambino. Con la conchiglia divenuta enorme, raccolse l’acqua del mare, prosciugandolo e la pose nella buca, che si allargò a dismisura, fino ad inghiottire il mondo. A quella vista il santo si svegliò e capì.
Questo testo vuole aiutare a essere cristiani consapevoli, passando – per Grazia di Dio – dal guardare al capire, dall’ascoltare al comprendere, dal timore all’amore, dalle fantasie alla realtà.


Novembre 2022Apostolato della preghiera: tutti i mesi un'intenzione del Papa, una dei Vescovi ed una per i sacerdoti.

Cuore divino di Gesù, io Ti offro per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, madre della Chiesa, in unione al Sacrificio Eucaristico, le preghiere e le azioni, le gioie e le sofferenze di questo giorno: in riparazione dei peccati, per la salvezza di tutti gli uomini, nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del divin Padre.

Ed un sussidio per l'adesione

Universale (del Papa)

Universale (dei Vescovi)

Per il clero

Preghiamo perché i bambini che soffrono - quelli che vivono in strada, le vittime delle guerre, gli orfani - possano avere accesso all'educazione e possano riscoprire l'affetto di una famiglia.

Perché il pensiero rante per i nostri cari defunti ci apra alla vita buopna del Vangelo, anelando al cielo.

Cuore di Gesù, che sei il Vincitore della morte, accogli l'anima di tutti i Tuoi ministri defunti, nella pienezza della Tua Misericordia.